Gamera trilogy

I mostri di gomma, finalmente

maxresdefault

Avercene così, di “kaiju” incazzati che con una mano spaccano una montagna…la morte batte i denti c’è… Gamera. (anzi GA’mera, con l’accento sulla A, come lo chiamano i nostri cugini nippponici)
Per chi non lo conoscesse Gamera è il secondo “kaiju” giapponese, dopo Godzilla.
Godzilla lo amiamo tutti (io in particolare apprezzo anche la snobbatissima versione di Emmerich); Gamera lo amano in meno. Probabilmente solo perchè è meno conosciuto.

gamera7

Si’ perchè a conoscerlo, questo tartarugone di 20 e passa metri, si fa voler bene. Ed apprezzare.
Figlio dei primi “kaiju-movies” anni ’60, è nato come prodotto dichiaratamente per bimbi.
Nei tardi anni ’90 conosce un totale remake, figlio della tecnologia e denso di connotazioni piu’ cupe. Cambia radicalmente il target di riferimento (ora piu’ maturo e consapevole) ed escono nell’ordine 3 film, “Gamera guardian of the universe”, “Gamera attack of the legion”, e “Gamera revenge of Iris”.

gam3ra13313

Personalmente li ho adorati tutti e tre. Perchè tutti e tre meritano, e tutti e tre sono ben fatti e divertenti all’osso. Volendo sceglierne uno, direi di avere una spiccata predilizione per il secondo, che rappresenta a suo modo tutto quello che un film di mostri di gomma dovrebbe essere.
C’è Gamera che vola, c’e Gamera che rotea, c’e Gamera che ha i razzi nelle gambe, sputa palle di fuoco, combatte il cattivo e salva il mondo. (questo pero’ succede anche negli altri due).

gamera-2-attack-of-legion-1996-srt_mar-23-2015-11-21-12-am

Quello che me lo fa preferire e’ il kaiju cattivo, il Big one, un mostrone antagonista enorme, stronzo quanto basta, pericolosissimo, che spara sciami di insetti volanti dal petto e lancia raggi elettrificati dai cornoni…cioè avete capito? Una pacchia che la metà basta.
Nessuno che abbia amato Godzilla, dovrebbe perdersi la nuova trilogia di Gamera.

image

E non c’è bisogno di essere bambini per gustarsela, basta aver voglia di sognare, perche’ i sogni (anche se sottotitolati come in questo caso) salveranno il mondo.

Battle Royale

Hollywood vs Tokyo 0-1

Battle_Royale_5

Poi mi dicono che sono un fan dei film nipponici….ma come si fa a non essere altrimenti dico io…ce l’avete presente l’Hunger games di hollywoodiana memoria?
Ecco, tutti quelli che hanno visto “Hunger games”, e anche quelli che non l’hanno visto, dovrebbero guardarsi “Battle Royale”
I motivi sono essenzialmente due:
“Battle Royale” è stato il primo
“Battle Royale” è piu’ figo
Nel senso che è piu’ violento, è piu’ gore ed è anche piu’ “vero”
La storia essenzialmente ce l’hanno già raccontata in “Hunger games”, solo che qui ce la raccontano meglio, (anche con i sottotitoli vale comunque la pena)
Perdiamo l’ambientazione fantascientifica e ci ritroviamo in un isolotto disabitato con una scolaresca di 42 ragazzotti.
E in due ore li perdiamo tutti…fino allo scontro finale con i tre/quattro superstiti.

Kazuo-Kiriyama-battle-royale-10889384-1550-1017

Gli attori sono assolutamente credibili (e per i giapponesi è un grosso salto in avanti) Kazuo Kiriyama (che con un nome così kazzuto lo è per forza) è un cattivo perfetto. Smitraglia a destra e a manca con la classe di un samurai drogato.
Il sangue si spreca, come da tradizione, ma non è tutto qui.
Considerati i settanta e rotti anni di Fukasaku, regista non piu’ in erba ma con ancora i contro-cazzi, si trova comunque freschezza, regia pulita, belle immagini e tanta azione.
A dirla tutta manca la protagonista bonazza con gli occhi blu (che un suo perché in “Hunger” ce l’ha eccome)….ma in compenso c’è una cattiva tostissima che da sola vale la visione, e soprattutto non vi dovrete sciroppare otto ore di film divise in quattro episodi….
si economizza figlioli…..con due orette scarse abbiamo visto tutto…e sappiamo come va a finire…. che il tempo che resta lo possiamo consumare a fare cose piu’ nobili….tipo riguardarci un bel “Machine girl”.
Giusto per restare in tema.

battle royale