28 giorni dopo

Apocalizombie

image

Adoro boyle, adoro tutti i suoi film, questo in particolare insieme a sunshine e millionaire. La trama è la solita già vista storia di zombies e virus. Quello che cambia è la gestione sempre prefetta dei tempi, delle ambientazioni, del thrilling. Epocale la scena all’interno del tunnel con la macchina in panne. Il finale aperto permette ed incoraggia una disucssione sui temi trattati, che non riguardano solo virus ed ecologisti ma piuttosto il concetto macchiavelliano della prevaricazione tra gli uomini, tanto caro anche al buon Kubrik di arancia meccanica.
Per quanto riguarda invece il comparto tecnico del dvd siamo a livelli infimi….spero che il blu ray presenti dei miglioramenti.